Tra passato e presente

Il vecchio 144 mm newtoniano autocostruito, completato nel 2002.Senza titolo 1 - Copia.png

Giove fotografato il 17 febbraio del 2003, con lo strumento precedente.

gio10_divx_b_AI4_c
Il satellite a sinistra è Io. Immagine ottenuta da un filmato ripreso con la Philips ToUCam Pro PCVC740K applicata all’oculare del telescopio.

DSC05068L’oculare, anch’esso autocostruito, inserito a pressione in un tubo di prolunga (fatto di cartone e nastro adesivo) all’estremità del quale inserivo la ToUCam Pro.

7i_rear_night_crop

Si nota la ToUCam Pro collegata a un altro telescopio newtoniano, anch’esso autocostruito, un paio di anni dopo il 2003.

Seguono alcune immagini stellari del sistema di Gamma Andromedae in condizioni di seeing molto simili a quelle del 3 aprile scorso. Da questo momento in poi, tutte le immagini sono state ottenute con il telescopio newtoniano da 347 mm di apertura. Invito a riflettere:

  1. si noti l’estensione delle immagini stellari deformate e ingrossate dalla turbolenza, in rapporto alla tacca di scala di 10 secondi d’arco (vedere in basso a destra).
  2. si osservi l’estensione di una stella in condizioni perfette di seeing (vedere in basso a sinistra, nel riquadro – seguire la freccia – purtroppo è solo un’immagine simulata).
  3. si tenga conto che il diametro di Giove, il 3 aprile 2018, era di circa 43 secondi d’arco: raffrontare le dimensioni della stella ingrossata dalla turbolenza con l’estensione dei dettagli più fini che è ancora possibile individuare sul disco di Giove.

2017-08-13-0122_3-SAS-RG610_QualitySortedF_all_text_full_Airy_perfect_about

Giove del 3 aprile 2018, ripreso con un telescopio di 347 mm di apertura, quando aveva un diametro apparente di circa 43 secondi d’arco, in condizioni di turbolenza variabile attorno a 3/10, con rare puntate verso i 4/10.

2018-04-03-0206_5-L_WEB.jpg

Ora, si esamini l’immagine sottostante: riproduce ancora Giove, ma stavolta del 17 aprile 2017, in condizioni di osservazione decisamente migliori, ma per nulla eccezionali se confrontate con quelle di cui possono approfittare alcuni astrofotografi di fama mondiale che frequentano luoghi del pianeta più fortunati sotto questo punto di vista.

La località è la stessa per tutte le immagini di Giove e di Gamma Andromedae contenute in questo articolo.

Mi si perdonino le scritte antiestetiche. Purtroppo ho dovuto approntare il presente contributo in tempi brevissimi. Una turbolenza media, attorno a 5/10, con qualche guizzo verso il 6, consente di ottenere immagini come queste.

2017-04-17-2141_2-SAS-conv_AI5_ia_AI5_ia_075x_text

 

 

Annunci
Continua a leggere "Tra passato e presente"

GLI E-POVERI

Parlavamo in tanti della rivoluzione digitale, abbagliati dal suo ingombrante carico di apparenti, sociali novità: dalla monotonia delle pagine ipertestuali a quelle straripanti di fantasmagoria l’intervallo fu breve ma la progressione fu graduale, al punto da sfuggire all’ordinaria percezione distratta dall’orologio analogico ancora al polso, almeno per chi ne teneva ancora uno, mentre la vita […]

Continua a leggere "GLI E-POVERI"

Few Words

It happened that I started sharing my shots via fb. Also, I did not feel comfortable anymore with some updates of this interface. In addition, I discovered many facts about my setup(s) and I stopped sharing anything even via fb, after the gigabytes mass had been processed to completion. So what to say? I’ve been […]

Continua a leggere "Few Words"